È arrivata la notizia che tanti temevano: il servizio di Maggior Tutela termina il 1/1/2023 (le tariffe di servizio elettrico nazionale ad esempio per capirci: https://www.servizioelettriconazionale.it/it-IT/tariffe). Carissimo proprietario di una partita iva dal primo gennaio 2023 dovrai affidarti al mercato libero degli operatori in concorrenza per la fornitura di energia elettrica e gas. Un mercato per te probabilmente incomprensibile, grazie anche all’Autorità per l’energia che non lo ha mai regolamentato come si deve, essendo troppe le scorrettezze di molti operatori che promettono risparmi e distribuiscono invece aggravi.

va detta una cosa però in grassetto: è dal 2015 che si dice che il mercato libero terminerà l’anno dopo e che chi è nel servizio di maggior tutela deve scegliere con assoluta fretta un fornitore nel mercato libero!

Ma puoi vedere il lato buono perché le opportunità nel mercato libero, seppur rare e difficili da decifrare, ti assicuro che ci sono. Ti starai domandando come e dove, quindi probabilmente non mi conosci bene e in questo caso ti invito a dare un’occhiata a QUESTA PAGINA per un confronto con le tariffe del maggior tutela domestiche.

Come evolverà la situazione?

Con il “libera tutti” i prezzi scenderanno? Assolutamente NO, anche se i maggiori esperti di non si sa cosa dicono di si è chiaro che senza il mercato tutelato gli squali si moltiplicheranno. Forse questi benpensanti non sanno che in Italia funziona così, come è già stato fin’ora tra l’altro (se lasci il mercato tutelato per il mercato libero hai l’87% circa di probabilità di pagare di più, assurdo vero?)

Un esempio è la benzina: sale il petrolio e il prezzo schizza; scende e il prezzo si abbassa di pochissimo… mistero. Poi è chiaro che ti incazzi, ma sarà così anche per le bollette: rimbalzerai tra un operatore e l’altro perché ora non avendo la scialuppa di salvataggio del mercato di maggior tutela sarai in balia delle maree (e qui mi ricollego agli squali)… Prima eri pastura sulla barca, ora la mattanza è prossima e verrai presto lanciato in mare.

Ai vari telegiornali possono fare tanti bei proclami di abbassamento dei prezzi, ma intanto che le materie prime si deprezzano i servizi di rete si alzano (triplicati in pochi anni). Così mentre prima era il gioco delle tre carte in cui potevi ancora cavartela, ora nasceranno tante aziende con consulenti preparati e che fanno risparmiare quante lune nel cielo stellato. Paragone romantico, ma stavolta le stelle sono pronte a bruciare i tuoi soldi.

Il 2023 non è domani ma per conoscere meglio il mercato libero non è mai presto, arrivare preparati o magari già nel mercato libero con il fornitore giusto è consigliabile.

Se rimanderai la decisione poi sarà impossibile rimanere o tornare al mercato di maggior tutela: sarai obbligato a scegliere un fornitore nel mercato libero.

Un’ultima cosa… se sei ancora nel mercato di maggior tutela non stai aiutando l’ambiente, infatti non è previsto per questi contratti aderire a una fornitura 100% verde, con energia da fonti rinnovabili certificata.

Se non vuoi arrivare impreparato a quel momento puoi sempre rivolgerti a un esperto del settore che ci mette la faccia e garantisce personalmente un risparmio. CONTATTAMI PER RICEVERE UN’OFFERTA!

Con Tommaso Campanini le tariffe nel mercato libero sono mini


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Apri Chat
1
Ti serve aiuto?
Ciao.
Posso aiutarti?