La prima pagina di sintesi contiene il totale della bolletta e i dati contrattuali, controlla l’indirizzo di fornitura (potrebbe essere diverso dall’indirizzo di spedizione e dalla sede legale) specialmente se hai più contatori.

Nelle seguenti pagine dette di dettaglio devi controllare solo i servizi di vendita perché i servizi di rete e le imposte sono uguali per tutti i fornitori (a meno che non hai diritto alle accise agevolate del gas).

Cosa guardare in particolare:

  • il periodo di fatturazione (per verificare eventualmente rari errori di sovrapposizione di fornitura)
  • la tariffa (spesso dopo 12 mesi dal contratto cambia, ricordati di aggiornare il prezzo bloccato)
  • la quota fissa o costo di commercializzazione (che può variare tra gli operatori)
  • eventuali rimborsi di acconti

Infine c’è una terza parte in cui sono presenti pagine di comunicazioni tipo “ricordati di comunicare i dati catastali”.

Per capire quanto spendi al KiloWatt di luce o al Metrocubo di gas naturale aggiungi al totale della bolletta eventuali rimborsi e dividi il risultato per i Kw (o smc) fatturati.

Scrivimi e ti dirò quanto puoi risparmiare grazie alle ultime offerte.

Tommaso Campanini


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.